Pizza alta mezzo metro e sconvolgimenti familiari

Pizza e rabbia è il titolo perfetto che identifica la settimana che sta finendo, settimana per me un po’ introspettiva. Prima di tutto Big Daddy ha avuto la fantabulosa idea di rivelare ai suoi sabato sera per cena, la nostra intima decisione di partorire in casa – scelta che sento dentro me, ma che confido solo a pochi eletti.

Un Sacrilegio coi fiocchi!

Per genitori chiusi mentalmente – che guarda guarda sono nati proprio in casa – è una notizia difficile da digerire, proprio come la pizza alta mezzo metro che ho mangiato quella sera

pizza sfondo
Se fosse un sito web sarebbe: pizzaerabbia.it

Era meglio non dirglielo? Sicuramente! Ma forse questo è un nuovo inizio mentale-spirituale-evolutivo per loro… Non mi aspettavo certo una pacca sulla spalla, avrei evitato e “raccontato” a fatto compiuto, alla nascita!

Big Daddy – bambinone in fase di crescita – in passato ha spifferato anche la mia contrarietà all’obbligo vaccinale, è così quella sera tra atmosfera ghiacciata-tesa che si poteva tagliare con un carro armato sputa fiori (o siringhe se preferite), mrs Suocera farcendo pizza alta mezzo metro esordisce: “almeno i vaccini”… 

Incacchiata nera, dopo cena, io e Big Daddy abbiamo discusso. Tutta la serata mi è parsa un film nella quale io ero la pecora nera, quella che la pensa diverso dal mondo della TIVI..

Ma è ora che si abituino, ho una missione e la mia strada mi è chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *